29 gennaio 2013

Di iper-testi, di naufragi e di clic-attivismo

Ho iniziato con il leggere la storia di un naufragio e sono finita a Change.org. Tutto merito di un like visto su Facebook... la potenza del web.
Era il like di un'amica scrittrice e viaggiatrice sul profilo del blog Viaggiare da soli dove ho visto un post che mi ha incuriosita: Persi alla deriva del mare brasiliano. Così ho "conosciuto" Elisa, l'autrice, e ho voluto leggere la storia al completo. E poi ho voluto saperne di più su chi scriveva e sono arrivata a "Cambiare il mondo è possibile, con la Rete".
Insomma una bella catena pomeridiana che mette di buon umore e che volevo condividere con voi perché sono storie di vitalità, in più di un senso.
Ora torno alle mie di storie... che ne ho una da consegnare!