01 giugno 2007

IRON MAIDEN A LUBIANA


Se avete occasione di trascorrere un fine settimana a Lubiana, la vivacità della città vi sorprenderà piacevolmente. Ricchissimo è il cartellone primaverile/estivo di manifestazioni e spettacoli, soprattutto musicali, a cominciare dal concerto degli attesissimi Iron Maiden. Domani la storica band heavy metal darà inizio al tour europeo proprio nella capitale slovena, allo stadio Bezigrad, e la performance si preannuncia spettacolare.

Per i più energetici fan in trasferta, dopo l'esibizione, la serata prosegue nei numerosi locali e birrerie disseminati in centro. Le zone più frequentate dai giovani sono naturalmente quelle vicine all'area universitaria. Popolari e movimentate sono la via Cankarjevo nabr, sul lungofiume, e la sua parallela che parte da Mestni Trg, la piazza Civica, e va in direzione del triplice ponte, tra le tante peculiari opere cittadine dell'architetto sloveno Joze Plecnik (1872-1957).
Interessante può essere anche una capatina al Centro Culturale Alternativo Metelkova, vicino alla stazione ferroviaria, una sorta di cittadella indipendente inglobata nella città stessa e sempre in fermento, sia di giorno che di notte. Ricavato nello spazio delle ex-caserme dell'Esercito Popolare Jugoslavo e affermatosi negli anni come uno dei simboli nazionali della controcultura, il centro è stato pacificamente occupato nel '91 divenendo sede di gallerie d'arte e ristoranti, spettacoli teatrali e concerti che accolgono oggi i visitatori più eterogenei.

Svariate sono le possibilità di alloggio in hotel o stanze private, tre sono i campeggi e due gli ostelli cittadini, uno dei quali ospitato in un ex carcere di cui conserva ancora le sbarre alle finestre.
Merita una visita il Lubljanski Grad, castello-fortezza di età medievale, che fu palazzo governativo e prigione, da cui si gode una piacevole vista panoramica.
Se non siete mai stati a Lubiana, è d'obbligo una passeggiata in centro lungo il fiume Ljubljanica, dove fino ad agosto è allestita la mostra fotografica di Dunja Wedam. La piazza principale della città, su cui si affaccia una chiesa francescana seicentesca, è dedicata al poeta nazionale Preseren mentre sulla sponda opposta ha sede il coloratissimo mercato. Nella città vecchia svettano i campanili gemelli del duomo, progettato dall'italiano Andrea Pozzo. È visitabile anche l'Accademia Filarmonica del 1701, tra le più vecchie al mondo, che ebbe come soci Beethoven, Brams, Haydn, Paganini e Gustav Mahler. Il parco più antico della città si sviluppa attorno al castello di Tivoli, ex residenza del maresciallo Radetsky, oggi sede di un'attiva galleria d'arte.

Per soddisfare il palato, numerose sono le tipiche "gostilne" dai sapori sloveno-austro-ungarici. La più famosa è certamente Sokol , situata nel cuore del centro storico di Lubiana, in un antico edificio architettonicamente vivace. L'ambiente è rustico e familiare, sempre piuttosto affollato; da provare la zuppa ai funghi servita in pagnotta e il refosco.
Se invece voleste sperimentare un menu interamente ispirato a Ernest Hemingway, potete visitare "Casa del Papa", locale di tre piani a tema che include bar, ristorante e disco club con tanto di giardino.

di Cristina Favento

articolo pubblicato sul "Il Piccolo" del 1 giugno 2007 nella rubrica "Weekend"


DOVE:
Per qualsiasi informazione potete rivolgervi al Centro di Informazione Turistica di Lubiana: Adamic-Lundrovo nabrezje 2 - tel: 00386(0)13061215

Filarmonica Slovena - Kongresni trg 10 - tel: 00386(0)12410800 Web: www.filharmonija.si/

Centro Metelkova - Web: www.metelkova.org/

Ristorante Sokol - Piazza Cirillo e Metodio N.18 - tel: 00386 (1) 4396855 - Web: www.gostilna-sokol.com

Casa del Papa - Celovška c. 54a - tel/fax: (01) 430 66 10, 434 31 58