15 marzo 2008

LUSSARISSIMO 2008

Prima di arrivare a Tarvisio, alla destra di Camporosso, si staglia la cima del Monte Lussari, circondato dall’omonimo borgo con il suo mistico santuario. Dalla vetta del monte parte la pista di Prampero, una delle più emozionanti discese della regione, che ospiterà domani il momento clou di Lussarissimo 2008, giunto alla terza edizione.
Cuore sportivo della manifestazione è uno slalom gigante di lungo percorso da intraprendere in parallelo con un amico/rivale, una gara molto particolare e unica nel suo genere. Saranno allestiti due tracciati e i concorrenti, all’atto dell’iscrizione, potranno scegliere l’avversario con il quale scendere in parallelo. Ai fini della classifica conterà comunque il tempo e non la sfida diretta. Sta, quindi, ad ogni partecipante decidere il proprio obiettivo: battere semplicemente il proprio diretto antagonista, ottenere un buon piazzamento oppure aspirare alle prime posizioni di classifica. La pista, 4 chilometri per un dislivello di circa 1000 metri, necessita di un’adeguata preparazione fisica e di una buona conoscenza delle proprie capacità e dei propri limiti. È prevista la partecipazione di oltre 500 atleti. Verrà anche istituita una categoria a parte "VIP e sfide particolari" dove saranno inseriti i concorrenti designati dalle istituzioni, sponsor, personaggi noti nel mondo politico e dello sport.

Il divertimento, però, non è garantito solo ai partecipanti e agli sportivi. La competizione, infatti, è inserita all’interno di un programma più ampio, inaugurato ieri con Lussarissimo Young (dedicato ai giovanissimi), che prevede una quattro giorni di divertimenti, prove agonistiche, musica, spettacoli pirotecnici e chioschi enogastronomici. Alla base degli impianti di risalita è stato allestito il “Villaggio Lussarissimo”, una tensostruttura dove vengono organizzati intrattenimenti musicali, premiazioni e vari eventi. La pista illuminata permetterà anche lo sci notturno.
Vista la continua crescita di popolarità dello Sci Alpinismo, infatti, gli organizzatori del Lussarissimo hanno deciso di inserire nel programma una gara di Ski Alp in notturna. Il percorso, uno dei tracciati più frequentati dagli appassionati grazie alla semplicità e bellezza del percorso, si snoda lungo il sentiero del pellegrino (CAI n. 613), spesso utilizzato dagli sci alpinisti, e lungo la strada forestale che sale fino ai 1766 metri di quota del monte Lussari.

La gara partirà stasera alle 19.30 presso la base della telecabina del Lussari. La parte iniziale del percorso si presenta con pendenze medie per poi, quasi giunti a quota 1000, entrare all’interno di un bosco di abeti e via via irripidirsi. Dopo aver superato la settima cappella, il sentiero prosegue con un lungo rettilineo fin quasi alla Malga Lussari (1573 m), dove s’impenna fino a quota 1715. L’arrivo sarà posizionato nell’antico borgo, a pochi metri di distanza. Quasi 1000 metri di dislivello, quindi, su 6 km di pista per raggiungere la meta e festeggiare tutti assieme. Per gli aspiranti “iron men” ci sarà anche un trofeo “Up and Down” che premierà i migliori atleti in base ai tempi della cronoscalata e dello slalom gigante di domani.

In occasione della manifestazione, nel nuovo Gold Park di Tarvisio, domenica si svolgerà un contest aperto a riders (snowboarder) e skiers (sciatori) di tutti i livelli, articolato in 3 prove con più possibilità per ogni run e diversi percorsi. Verranno premiati i tre skier ed i tre rider con i punteggi più alti e i vincitori a loro volta si sfideranno in una “run skiers contro riders” per aggiudicarsi il trofeo del contest. A fine gara è previsto un ristoro per i partecipanti presso il tendone del Lussarissimo e, a seguire, le premiazioni.
Per la realizzazione delle gare, il supporto organizzativo sarà quello dello Sci CAI Monte Lussari, uno dei più importanti sci club della regione. Il tema del Lussarissimo 2008 sarà la storia dello sci in Val Canale. Con vari eventi e mostre fotografiche verrà reso omaggio alle personalità che con la propria dedizione ed entusiasmo hanno segnato la storia di questa disciplina contribuendo alla sua diffusione.
di Cristina Favento, pubblicato su Il Piccolo di venerdì 14 marzo 2008