02 febbraio 2008

IL FASCINO DISCRETO DI VILLACH

Soprattutto d’inverno, Villaco ha uno charme tutto suo, discreto e particolare. La città, seconda della Carinzia dopo Klagenfurt e capitale della regione dei laghi, è attraversata dal fiume Drava, al quale deve molto della sua atmosfera romantica. Nel centro storico, che testimonia antichi trascorsi, sono interessanti da visitare la Chiesa di S. Jakob, prima chiesa protestante d’Austria; il Museo Civico e quello dei veicoli; la Casa di Paracelso; la Colonna della Trinità; il Teatro sotterraneo; il Conservatorio e la barocca Chiesa di S. Croce. Ogni visita che si rispetti attraverserà inevitabilmente la Hauptplatz, cuore commerciale della città, sulla quale si affacciano alcuni bellissimi palazzi.
Sulla sponda nord del fiume, sorge il moderno Centro Congressi, sede di convegni e conferenze ma anche di eventi come il “Villach Kirchtag”, festa popolare tradizionale; il festival teatrale “Spectrum”; l’”Estate Carinziana”, uno dei più significativi festival musicali austriaci, e del Carnevale, in corso, che culminerà nella festosa sfilata di domani con migliaia di partecipanti in arrivo da tutta la regione. A Villach è particolarmente sentita la tradizione carnevalesca, ben nota anche oltre i confini della Carinzia e celebrata soprattutto con irriverenti cabaret ed eleganti serate danzanti stile “fin de siecle”. Fra i principali balli austriaci, secondo per grandezza solo al ballo dell'Opera di Vienna, c'è anche la “Redoute” che, con oltre 6000 partecipanti, si terrà domani a Klagenfurt e sarà dedicato al tema “una festa siciliana”.
Gli abitanti di Villaco amano trascorrere le proprie serate in alcuni locali del centro ma soprattutto, proprio a fianco del Centro Congressi, nel nuovissimo e chic winebar dell’Holiday Inn, inaugurato lo scorso settembre all’insegna del comfort e del design. Un’altra tappa tipica è la storica Villacher Brauhof, che propone specialità gastronomiche tradizionali, accompagnate o addirittura cucinate a base di Villacher Bier (da provare la zuppa alla birra).
A pochi metri dal locale, a pagamento e su prenotazione, è possibile visitare l’omonimo stabilimento, con distilleria annessa, che quest’anno festeggia 150 anni di tradizione birraia. All’interno dell’edifico, allestiti negli ex magazzini di malto, vi sono anche degli spazi dedicati a esposizioni, concerti ed eventi culturali di vario genere. Su richiesta, per piccoli gruppi in visita, il birrificio organizza anche degustazioni e pranzi.
Nelle vicinanze di Villaco, fiore all’occhiello dell’offerta turistica carinziana che associa felicemente attività e relax, ci sono Warmbad e Bad Bleiberg. Ex centro minerario, quest’ultima ospita una stazione termale che comprende il Kurzentrum, le gallerie climatiche di Friedrich e Thomas, curative per chi soffre di allergie e disturbi alle vie respiratorie, e l’hotel Bleibergerhof, inclusivo di centro wellness con esclusiva spa affittabile ad ore. Warmbad Villach, centro termale conosciuto già da celti e romani, dispone di ottime strutture terapeutiche e alberghiere (l’elegante e tradizionale Warmbaderhof e il Karawankenhof, più adatto ai chi ha bimbi al seguito) e vanta una particolarissima vasca realizzata direttamente sopra la fonte termale con un bellissimo fondale di ciottoli naturali.
di Cristina Favento,
pubblicato su "Il Piccolo" di venerdì 1 febbrario 2008