16 giugno 2013

INNO ALLA FATICA FELICE


Dopo tre giorni di outdoor nella splendida Val Gardena, rientro a casa contenta come non mi capitava da tempo. Ho provato le mie prime arrampicate su roccia ed è stata un'esperienza emozionante. Il contesto, l'ospitalità e la compagnia sono stati dei più piacevoli, ed è bello provare adesso questa stanchezza così sana e gratificante.
La foto che ho postato è un poco scura e non si vede bene l'espressione (a breve ve ne metto una della discesa su corda da 10 metri, sospesa sul vuoto), però vi assicuro che ero molto sorridente (quasi al pari di una pellegrinata di più giorni). E un po' incredula per aver davvero raggiunto la cima, dopo esser partita con l'idea che ci provavo tanto per, arrivando fin dove ce la facevo, perché mi pareva al di sopra delle mie possibilità fisiche. E invece!
La simpatica guida alpina che ci ha guidati oggi ha detto che come livello era un quinto ma probabilmente mi stava prendendo in giro. La parete era difficile per me, alla prima vera esperienza, ma per un arrampicatore esperto credo si tratti di una mezza passeggiata. In ogni caso poco conta di fronte alla tangibile gioia che provo dopo questo bel weekend di fatica.