19 luglio 2007

Magic Eye, l'occhio interiore del cinema albanese

Il premio CEI è stato assegnato, nell’ambito del Trieste Film Festival 2007, all’albanese Kujtim Çashku, personalità di spicco della cinematografia più giovane ed emarginata d’Europa. Il regista, da anni impegnato al fine di rompere l’isolamento culturale che ancora grava sulla cinematografia albanese, è il fondatore e direttore della nuova scuola di cinema nonché del Festival Internazionale dei Diritti Umani di Tirana.Al di là di qualsiasi giudizio artistico, il premio intende soprattutto essere un riconoscimento per la costanza e la tenacia di Çashku, un uomo che ha fatto tanto, che ha creduto in quello che faceva, che ha avuto la forza di esporsi in prima persona per esprimere le proprie opinioni e lanciare un segnale positivo alle giovani generazioni.

di Cristina Favento
leggi l'intervista su Fucine Mute
leggi l'articolo su Fucine Mute