05 novembre 2007

LE VOCI DELL'INCHIESTA A PORDENONE

PORDENONE. Sono davvero tante le riflessioni possibili e necessarie sulla società e sulla cultura mediatica. A creare una nuova occasione di discussione e d’incontro ci ha pensato “le voci dell’inchiesta”, organizzato a Pordenone da Cinemazero e dall’Università degli Studi di Udine. L’originale festival, iniziato mercoledì e in programma sino a domenica (www.cinemazero.org), riunisce alcuni grandi protagonisti dell’inchiesta giornalistica in tutte le sue diverse manifestazioni.
Alla presenza di scrittori, registi e giornalisti, tra i quali Giovanni Minoli, Marco Travaglio, Ugo Gregoretti, Corradino Mineo, Italo Moscati, Riccardo Iacona ed Enrico Deaglio, s’indaga la varietà di un attualissimo genere d’informazione attraverso incursioni che vanno dal cinema alla televisione, dalla radio alla fotografia, dalla carta stampata ai nuovi media.

Tra un’incontro e l’altro, merita riscoprire il fascino di Pordenone e provincia. La città conserva un bel centro storico dove spiccano numerosi edifici di pregio in stile gotico e rinascimentale. Percorrendo la via principale, il corso Vittorio Emanuele costeggiato ai due lati da lunghi portici e numerosi negozi e caffè, s’incontrano Palazzo Ricchieri, sede del museo civico d’arte, e Palazzo Monreale Mantica, Casa Vianello e Casa Simoni, sino ad arrivare al Municipio e alla piazzetta San Marco, dove spicca il Duomo trecentesco con il suo elegante campanile. Poco distanti, sono visitabili anche il museo archeologico allestito presso il Castello di Torre (a circa 3 km dal centro), il Museo delle Scienze, nel cinquecentesco Palazzo Amalteo, e i deliziosi ex convento e chiesa di San Francesco, oggi adibito a usi artistico-culturali.

di Cristina Favento,

pubblicato su Il Piccolo di venerdì 2 novembre 2007