16 luglio 2006

OMAGGIO A DINO CAMPANA

Sono un eco i Canti Orfici, un incanto ipnotico questa poesia che la memoria replica incessante passeggiando sulle Rive triestine.

(Barche amorrate)

Le vele le vele le vele
Che schioccano e frustano al vento
Che gonfia di vane sequele
Le vele le vele le vele!
Che tesson e tesson: lamento
Volubil che l’onda che ammorza
Ne l’onda volubile smorza
Ne l’ultimo schianto crudele
le vele le vele le vele